fbpx
Differenza tra upselling e cross selling

Differenza tra Upselling e cross selling

Le tecniche di up-selling e cross-selling hanno un grande potenziale e permettono a chi le attua di aumentare i propri ricavi.

I termini vengono a volte confusi o ritenuti sinonimi, in realtà hanno una principale differenza.

Differenza tra up-selling e cross-selling

Fare upselling significa indirizzare il cliente verso un prodotto più costoso (e qualitativamente migliore) rispetto a quello che è orientato ad acquistare. Cross selling, invece, è la vendita di un prodotto o servizio in più rispetto a quanto richiesto dal cliente (che ha già confermato il primo acquisto).

Vediamone degli esempi che abbiamo sott’occhio tutti i giorni.

Hai mai prenotato un volo sul sito di Ryanair? Ti sarai sicuramente accorto che una volta effettuato l’acquisto, ti saranno arrivate molte email con diverse proposte: alcune per prenotare un’auto nella città in cui andrai, altre per prenotare una stanza di hotel, altre ancora per fare un’assicurazione di viaggio. Questa è una tecnica di marketing cross selling.

Invece un esempio di upselling lo trovi anche nel caso di acquisto di un software, quando, al momento della scelta di un profilo, ti viene proposto un profilo più costoso perchè più ricco di funzionalità.

L’obiettivo finale di questo tipo di tecniche non è solo la ricerca di aumentare i ricavi delle vendite ma anche di cercare di soddisfare e fidelizzare il cliente per mantenere un rapporto nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *