fbpx
Partita IVA

Per vendere online serve la partita IVA?

La risposta è: dipende. Dipende da quale canale decidi di utilizzare e qual è il tuo impegno.

Se hai deciso di vendere in un marketplace e di farne il tuo lavoro a tempo pieno sicuramente ti verrà richiesta la partita IVA. A meno che, ad esempio su eBay, non decidi di pubblicare qualche inserzione come individuo e non come azienda. Su Amazon è estremamente obbligatoria come su altri marketplace anche internazionali come Alibaba o Aliexpress.

C’è però un mercato dove non ti viene richiesta la partita IVA: Facebook, e tramite Facebook Instagram. Questi mercati sono sicuramente in crescita e giocano sul fatto di cogliere il cliente nei suoi momenti di svago. Con un po’ di buona pubblicità riuscirai ad ottenere ottimi risultati. 

Attenzione che per qualsiasi vendita online senza partita IVA, non dovrai superare i 5000 euro di introito annuo derivante dalla vendita. Se vendi senza partita IVA dovrai rilasciare a chi acquista una ricevuta generica in cui si dovranno indicare i seguenti dati:

  • il nome e il cognome del venditore;
  • il nome e il cognome dell’acquirente;
  • la descrizione del prodotto venduto;
  • il prezzo del bene oggetto di vendita;
  • la precisazione che si tratta di un introito derivante da una vendita occasionale;
  • la data, il luogo e la sottoscrizione del venditore;
  • l’apposizione di una marca da bollo di 2 euro se l’importo della ricevuta supera i 77,47 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *